Flysky FS-i6 “Freezer upgrade”

O, in altre parole, un buon radiocomando per iniziare spendendo poco (~35€!), ma che può essere upgradato a livelli assurdi. Cominciamo la guida agli upgrade del Flysky FS-I6!

“Questa non è nemmeno la mia forma finale!” [cit. Freezer]

Visti i numeri delle vendite su vari siti, è evidente che molte persone si sono trovate -nella loro carriera radiocomandistica- ad avere a che fare col Flysky FS-i6. Io sono tra queste e col tempo mi ci sono affezionato.

C’è da dire che nella configurazione stock non è una radio che lascia a bocca aperta, eh! Il nostro aggeggio si presenta come un economico radiocomando programmabile a 6 canali, niente di più, niente di meno. D’altra parte è anche uno dei più economici radiocomandi programmabili, quindi in un qualche modo è una scelta prezzo/prestazioni bilanciata, se non addirittura vantaggiosa, e probabilmente anche per questo ha avuto tutta questa diffusione.

Buone notizie: nel mondo open source “grande diffusione” è spesso sinonimo di “grandi possibilità di hack“. Infatti, grazie a parecchie persone parecchio in gamba, questo economico radiocomando può essere trasformato in uno strumento piuttosto evoluto. Quindi mille grazie a Mr. qba667 e a tutti gli altri sviluppatori che hanno creato software, modelli 3D e un sacco di altre cose.

Diventerà come un Frsky Horus?

No…

Però potrebbe dare discreto filo da torcere ad un Frsky QX7. Il QX7 resta un aggeggio superiore, ok, ma costa anche ~3 volte tanto!

Con questo tutorial porteremo il telecomando base ad avere 14 canali invece di soli 6, avremo qualche utile feedback sul display (come tensione di batteria della ricevente e/o l’RSSI), una migliore ergonomia, più switch fisici e più range. Non male per una modifica da circa 10€!

Suggerimento: già che mettete mano alla trasmittente, perchè non fare un bel lavoro e moddare anche la ricevente? Tutorial in questa pagina.


Strumenti per l’upgrade

Questa mod dovrebbe essere semplice da realizzare per l’hobbista medio, serve solo fare qualche foro col trapano e qualche saldatura, e la parte software è praticamente plug&play.  Come al solito ho raccolto tutti i pezzi che vi possono servire per questo progetto su questa pagina, mentre gli attrezzi che uso di solito sono su questa.

Per la modifica al firmware della radio ci sono due scelte: potete utilizzare (come ho fatto io) un adattatore USB-seriale dedicato a questo radiocomando, oppure usare un adattatore generico. Io preferisco l’adattatore dedicato, semplice, veloce, con un connettore robusto e comunque ragionevolmente economico. Ho testato anche un generico adattatore FTDI232 e il procedimento è identico, ci sono solo cablaggi più complessi da fare. Nella pagina delle componenti li ho linkati entrambi, voi scegliete quello che preferite.

FS-I6-mod-COM-usb-adapter-893x1024 Flysky FS-i6 "Freezer upgrade" DRONI
Adattatore dedicato (USB) e generico FTDI (rosso).

Le modifiche dell’FS-i6 possono essere raggruppate in quattro sotto-tutorial diversi, e sono praticamente indipendenti l’uno dall’altro, quindi potete farli tutti e quattro o anche sceglierne solo uno. Partiamo da quello più semplice.


Migliore ergonomia:

Su questa pagina ho raccolto i modelli 3D di tutti gli upgrade che ho trovato e, soprattutto, che ho tenuto montati sul mio radiocomando. La modifica è molto facile, basta stampare i modelli e metterli al posto giusto sulla radio. Per un migliore risultato suggerisco di levigare leggermente i pezzi e di verniciarli con una qualunque bomboletta di spray acrilico.

I modelli sono semplici e possono essere stampati con praticamente qualunque stampante 3D e con (quasi) qualunque filamento, io comunque consiglio il PLA.

Obiezione: ma il PLA non è biodegradabile? Non si rovina all’aperto?

Risposta: no, male che vada perde colore al sole, ma questo vale un po’ per tutti i filamenti, e poi magari i pezzi sono anche stati verniciati come suggerito, quindi fottesega non vi preoccupate.

Risposta più complessa: in teoria si, se c’è in giro proteinase K che catalizza l’idrolisi del PLA. In pratica no, non è comune avere in natura le condizioni per biodegradarlo, non sarà un problema.

Obiezione: ma l’ABS non è meglio? NON degrada a prescindere ed è anche più robusto.

Risposta: vero, ma la degradazione non è rilevante e la robustezza cambia poco. In compenso l’ABS è molto più difficile da stampare e non ha l’accuratezza dimensionale del PLA (a causa del suo ritiro termico), poi i pezzi non si incastrano al loro posto.

Obiezione: ma perchè non considerare anche altri filamenti, allora? Ce ne sono un sacco di tipi diversi!

Risposta: perchè altrimenti starei facendo un tutorial sulla stampa 3D e non su un radiocomando.


Migliorare la portata (range):

Un equivoco classico è che un’antenna ad “alto guadagno” sia “più potente”. Non è così, la potenza si misura in watt e, se l’antenna spara più watt, è solo perchè a monte qualcuno suda di più. L’antenna è solo un pezzo di metallo che non genera proprio nulla. No, le antenne ad alto guadagno non fanno altro che “rubare del range” dove non serve per concentrarlo dove è più utile.

Non saprei dirvi qual è il miglioramento atteso del range, dipende da ennemila cose. Io col mio Z-84 con ricevente FS-X6B ho passato i 2Km ma il limite era l’FPV, non la ricevente. Non si avranno le prestazioni di un crossfire o di un modulo R9M, ma alla fine il costo della mod sono due cavi pigtail e due antenne. Anzi, le antenne possono essere tranquillamente recuperate da vecchi router con wifi a 2.4GHz. Se ci fosse abbastanza risoluzione nelle foto, potreste notare la scritta “TP-Link” sulle mie. ^_^

Anche questa modifica è molto semplice: pensate a dove vi piacerebbe avere le nuove antenne, controllate che sotto la plastica del telecomando non ci sia niente che interferisca col cavo che andrete ad aggiungere, controllate che il cavo raggiunga i connettori piccoli (I-PEX) sulla scheda madre, forate il case e avvitate i nuovi attacchi per le antenne esterne. Fine.

FS-I6-14-channel-RSSI-SWE-SWB-3-pos-Wiring-Antenna-Pigtail-817x1024 Flysky FS-i6 "Freezer upgrade" DRONI

Io ho fatto i due fori sulla maniglia, mi piacevano le antenne li. Non ci sono posti migliori o posti peggiori finchè usate il buon senso. I fori per le antenne sono generalmente da 6mm ma voi misurate il diametro dei vostri pigtail! Sconsiglio di fare direttamente il foro con la punta da 6, meglio partire da una punta più piccola e salire di diametro un po’ alla volta. La protuberanza in plastica, dove c’era la sede della vecchia antenna, può essere lasciata dov’è o può essere sostituita dal pezzo stampato in 3D. Funzionalmente non cambia una virgola.

Per forare e rimpiazzare le antenne (con i cavi pigtail) bisogna rimuovere le 4 viti che ci sono sul retro del telecomando e sollevare la plastica posteriore ruotandola, facendole fare perno sulla maniglia (c’è un gancetto all’interno). Per comodità scollegate i cavetti della batteria e della porta sul retro, così sarete belli comodi.

DELICATEZZA NEL RIMUOVERE I CONNETTORI DELLE ANTENNE! Vanno sollevati dalla scheda madre cercando di usare qualcosa di sottile, contemporaneamente da due lati.

Ora collegate i connettorini dei cavi pigtail alla scheda madre, serrate i dadi dell’altra estremità del cavo (dopo aversi infilati nei fori appena fatti, si capisce), ricollegate i cavetti della batteria e della porta posteriore alla scheda madre e riavvitate le 4 viti.

Fine.

Facile, no?

Suggerimento: magari è ovvio ai più, ma forse a qualcuno serve. L’antenna deve essere posizionata in modo da avere (quando il radiocomando è tenuto normalmente) il modello perpendicolare al suo asse principale.  In pratica, se usaste l’antenna come una bacchetta, la direzione in cui punta è quella con minor portata, quella dove il segnale viene trasmesso meglio è il suo lato.

Altro suggerimento: le due antenne dovrebbero essere posizionate a 90° l’una rispetto all’altra. Una orizzontale e una verticale, entrambe a 45°, non importa, basta che siano a 90° tra di loro. Questo vale anche per la ricevente, se possibile (e se ha due antenne).


Aumentare il numero di canali (e altre funzioni):

Importante: in questa modifica si metterà mano sul firmware (FW). Questo firmware è specifico per l’FS-i6, non funzionerà sull’FS-i6X. I due radiocomandi sembrano uguali all’esterno, e sono anche molto simili all’interno, purtroppo però il processore non è uguale e questo firmware non è compatibile. Il Turnigy TGY-i6 invece è la “copia spudorata” (o viceversa, non saprei) del Flysky FS-i6, ed è compatibile con tutta questa guida.

FS-I6-FS-I6X-comparison-wiring-mod-1024x576 Flysky FS-i6 "Freezer upgrade" DRONI

Importante, ma un po’ meno: installare il nuovo firmware può richiedere di rifare il setup dei modelli già salvati e/o di rifare il bind delle riceventi.

Cominciate scaricando questo file e collegando al PC l’adattatore USB-seriale. Se avete preso l’adattatore dedicato o quello FTDI suggerito (e avete un  PC windows -recente- e connesso a internet) dovreste avere i driver installati in automatico. Se avete altri adattatori più esotici, tipo il CH340, sta a voi procurarvi i driver giusti, su questa guida darò per scontato che l’adattatore sia perfettamente installato e cablato.

Per l’installazione del FW vi serve sapere il numero della porta COM dell’adattatore seriale.  Dal menù di windows cercate e aprite “Gestione Computer”, selezionate il menù “Gestione dispositivi” dalla lista a sinistra. Nel menù ad albero centrale, espandete la voce “porte COM & LPT”. Tra le voci di questo sottomenù ci deve essere la porta COM dell’adattatore. Se ne avete diverse e non sapete qual è la porta giusta potete disconnettere e riconnettere l’adattatore per vedere quale porta scompare e riappare.

Per collegare l’adattatore dedicato al radiocomando non ci si può sbagliare: c’è solo la porta sul retro. Se si usa l’adattatore FTDI suggerito si può usare questo schema di collegamento. Se usate qualcos’altro vedete voi come fare, il principio non cambia molto e non dovrebbe essere niente di complicato, ma non voglio parlare di cose non testate.

Adesso dovremmo avere tutto connesso e il radiocomando spento. Spingete i due stick in basso a sinistra (a fine corsa) e accendete il radiocomando.  Entrerete in un menù nascosto, scendete verso il basso col pulsante “down” finchè non arrivate alla voce “firmware upgrade”, entrate premendo il pulsante  “ok”. Tenete premuto “ok” per qualche momento, per dare conferma che volete installare un nuovo firmware, e usate i pulsanti “up” o “down” per scegliere “yes” alla nuova, ridondante domanda e ripremete “ok”. Bene, il radiocomando è pronto per l’aggiornamento, torniamo al PC.

Estraete il file appena scaricato (1.7.5.zip) ed eseguite “flysky-updater-win.exe” o “flysky-updater-win64.exe” in base alla versione del vostro sistema operativo (32 o 64 bit). Eseguitelo “come amministratore” per evitare possibili problemi di permessi.

Primo: a meno che non ce ne sia solo una, e in questo caso il software la sceglie da solo, c’è da selezionare la porta COM corretta.

Secondo: in base alla vostra scelta di modificare o meno anche gli switch, selezionate uno dei due firmware proposti. Se NON volete modificare gli switch dovrete installare il file “fs-i6_updater_01_13_12_08.bin”, quindi premete “1” e poi invio. Se invece pensate di modificare anche gli switch (cosa molto suggerita e illustrata qua sotto) vi serve il file “fs-i6-swe_updater_01_13_12_05.bin”, quindi premete “0” e poi invio.

Se non avete fatto errori in qualche secondo il firmware sarà installato e il radiocomando si riavvierà. Avete finito, ora il vostro FS-i6 avrà 14 canali e un sacco di funzioni e di menù aggiuntivi. Sbizzarritevi con le configurazioni!


Migliorare e aumentare gli switch:

In questa parte del tutorial vediamo come modificare uno switch (l’SWB) per farlo passare da 2 a 3 posizioni, e di come aggiungerne un altro a 2 posizioni (SWE).

Per questa mod vi serviranno tre resistenze (220R, 4K7, 10K) e uno switch a tre posizioni, on-off-on (uguale a quello di quest’altro progetto). Io ho preso uno switch “gommato”, ma solo perchè di mio gusto estetico, uno switch qualunque va bene, purchè abbia tre posizioni. Vi serviranno anche un paio di spanne di cavo elettrico, uno qualunque va bene.

Se non siete pratici di elettronica gli schemi qui sotto (presi dal wiki dell’autore della mod) potrebbe non esservi molto chiari, per non parlare del fatto che mostrano anche dei componenti già presenti sull’FS-i6, non solo quelli che sono da aggiungere.

27988798-cecf755a-642b-11e7-93a1-aed15b4cf2ec Flysky FS-i6 "Freezer upgrade" DRONI
Schema SWE
28011582-1a7a4650-6563-11e7-9d64-156cb9d11845 Flysky FS-i6 "Freezer upgrade" DRONI
Schema SWB

Queste foto che ho fatto durante la modifica dovrebbero essere più facili da capire, spero.

FS-I6-14-channel-RSSI-SWE-SWB-3-pos-Wiring-1-817x1024 Flysky FS-i6 "Freezer upgrade" DRONI
Nomi dei punti su cui si deve lavorare.
FS-I6-14-channel-RSSI-SWE-SWB-3-pos-Wiring-2-817x1024 Flysky FS-i6 "Freezer upgrade" DRONI
Descrizione dei cavi che sono stati aggiunti.

Le due immagini mostrano la stessa cosa, solo evidenziano informazioni diverse.

In ogni caso questa è la lista passo-passo delle operazioni da svolgere:

  1. Fate il foro per lo switch aggiuntivo. Il dove e il come dipendono da che switch avete preso e dalle vostre preferenze.

  2. Rimuovete i due cavi che sono sul SWB e saldateli, nello stesso ordine, sul nuovo switch. In realtà l’unica cosa importante è che il cavo che era sul pin centrale dell’SWB rimanga centrare anche sul nuovo. L’altro cavo non ha un lato “giusto” e uno “sbagliato” perchè si può sempre ruotare lo switch di 180°.

  3. D’ora in poi il vecchio SWB sarà chiamato SWE e il nuovo switch (quello a tre posizioni) sarà il nuovo SWB. Nella foto sono indicati i nomi che rispecchiano quello che vedrete sul software del telecomando.

  4. Tirate un cavo dall’unico pin libero dello switch SWB alla piazzola di saldatura chiamata “SWB” (nella prima foto è il cavo bianco).

  5. Prendete la resistenza da 4K7 e piegatela in modo che la distanza tra i suoi pin sia simile alla distanza fra le piazzole di saldatura chiamate “C22” e saldatela tra le due.

  6. Tirate un cavo da uno dei pin laterali dell’SWE alla piazzola di saldatura “GND”, in basso a sinistra.

  7. Tirate un cavo dalla piazzola “3V3” alla piazzola “SWE”, tagliatelo nel mezzo per inserire la resistenza da 10K. Usate della guaina termorestringente o isolate in altro modo la resistenza.

  8. Tirate un cavo dal pin centrare dello switch SWE alla piazzola “SWE”, tagliatelo nel mezzo per inserire la resistenza da 220R. Usate della guaina termorestringente o isolate in altro modo la resistenza.

  9. Usate della colla a caldo sulle piazzole e sugli switch per isolare e irrobustire i collegamenti, meglio evitare il rischio di cortocircuiti.

Prima di richiudere controllate che gli switch si comportino come vi aspettate. Può essere, in base a come avete collegato i cavi, che il segnale degli switch si muova nella direzione opposta rispetto a quello che vi aspettavate o che volete. Avete due scelte: girare fisicamente di 180° lo switch o scambiare i fili dei suoi pin laterali.


Se siete arrivati in fondo a questa guida il vostro FS-i6 modificato ora fa impallidire un radiocomando stock. Nonostante questo, la prima frase non era solo un meme, ma è un dato di fatto:  le possibili modifiche non sono finite! Per esempio, c’è la possibilità di creare un adattatore per i moduli esterni come il crossfire o l’R9M. Oppure si possono aggiungere ancora più switch, o potenziometri, o slider, o una serie di pulsanti per scegliere tra enne modalità di comando. Potete anche aggiungere un terzo gimbal, se avete pollici che vi avanzano. Le potenzialità di queste ulteriori modifiche sono enormi, magari ci sarà un’altra guida in futuro…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.